Capoeira - Origini

Da Wikisport.

IMMAGINI

Le origini della Capoeira


Il 22 aprile del 1500 con Pedro Alvares Cabral sbarcarono in Brasile i colonizzatori portoghesi con i loro carichi di schiavi africani. Solo approfittando degli scontri fra i portoghesi e gli olandesi, molti di questi schiavi riuscirono a fuggire. Questo fu il periodo fondamentale per lo sviluppo della Capoeira. Proprio nel 1624 infatti si produssero i primi documenti relativi a questa nuova disciplina, era un modo per gli schiavi, di allenarsi a combattere dissimulando, agli occhi dei carcerieri, la lotta con la danza. La pratica di questa disciplina, a partire dal 1814, venne comunque loro vietata per impedire soprattutto l'aggregazione. Intorno al 1930, Mestre Bimba pensò di fondere elementi vari presenti nelle arti marziali con il continuo movimento del corpo, la ginga tipica della Capoeira, ottenendo una forma di lotta originale, efficace, più rapida ed agonistica. Fu il primo maestro ad aprire una palestra specializzata di Capoeira. Nel 1953 un avvenimento mutò il destino della Capoeira: dopo l'esibizione tenuta da un gruppo di "capoeiristi" della scuola di Mestre Bimba a Salvador de Bahia, alla presenza del Presidente della Repubblica, questa pratica cominciò ad essere maggiormente valorizzata. Nel 1972 la Capoeira è stata dichiarata come ginnastica nazionale brasiliana, ed è anche stata istituita, per la sua diffusione mondiale, la Federazione Nazionale Brasiliana di Capoeira, che ha sede in San Paolo.

  • Sport individuale e non olimpico, maschili e femminili

Vedere anche


Fonti


  • "Lo Sport, tra cultura e agonismo" di Daniele Masala - Soc. Ed. Universo - 2016