Masala Daniele

Da Wikisport.

IMMAGINI

Dati biografici


Masala Daniele

  • Nato a Roma il 12 febbraio 1955.
  • Laureato in Scienze Motorie con 110/110 e lode.
  • Ha fatto parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro.
  • Ha raggiunto il grado di Ispettore Superiore della Polizia di Stato.
  • Cavaliere della Repubblica

La Carriera agonistica


Nuoto:


All'inizio Daniele Masala si dedica soprattutto al nuoto dove, tra la fine degli anni sessanta e l'inizio dei settanta conquista diversi risultati come, Vice - Campione Italiano nei 400 misti ai Campionati Italiani Assoluti di Nuoto di Napoli (piscina d'Oltremare) nel 1969.
Più volte medagliato ai Campionati Italiani di Categoria negli anni 1968 - ' 69 - ' 70 - ' 71 - '72.
Numerose la sua partecipazione nella Nazionale delle rappresentative Juniores e B.

Pentathlon Moderno:


Successivamente si concentra sul pentathlon moderno dove nel 1973 conquista il primo dei suoi 14 titoli assoluti a squadre (dal 1973 al 1983 e dal 1985 al 1987).
Nel 1976 arriva invece il primo dei 10 titoli italiani a livello individuale (dal 1976 al 1982 e dal 1985 al 1987).La prima medaglia ai Campionati mondiali arriva a Budapest nel 1979 con il bronzo nella prova individuale dopo che in precedenza si era classificato quarto nelle edizioni del 1977 e del 1978 e ai Giochi olimpici di Montreal del 1976.
Nell'edizione mondiale di due anni dopo (1981, a Zielona Gora, Polonia) vince l'argento nell'individuale e il bronzo nella prova a squadre insieme a Roberto Petroni e Carlo Massullo.
L'anno successivo si laurea invece campione mondiale individuale e vince il bronzo con la prova a squadre insieme a Pierpaolo Cristofori e Petroni. Nel 1984, dopo che nel 1980 non aveva potuto partecipare a causa del boicottaggio politico in cui il governo italiano decise di non schierare atleti provenienti da corpi militari, partecipa di nuovo ai Giochi olimpici e a Los Angeles fa suo l'oro sia nell'individuale sia, con Cristofori e Massullo, nella prova a squadre.
L'anno dopo vince il bronzo a squadre ai mondiali, arrivando sesto nella prova individuale, mentre nell'edizione del 1986 conquista nella stessa specialità l'oro (con Massullo e Cesare Toraldo), nonché l'argento nell'individuale.

Nel 1988 ai Giochi Olimpici di Seul si aggiudica ancora l'argento nella gara a squadre. Da segnalare anche le due affermazioni nella Coppa Latina e nel Champion of Champions nel 1979 a Londra e nel 1985 a Sydney. Ha vestito per oltre cento volte la maglia azzurra.

  • 10 volte Campione Italiano Assoluto Individuale (dal 1976 al 1982 e dal 1985 al 1987)
  • 14 volte Campione Italiano Assoluto a Squadre (dal 1973 al 1983 e dal 1985 al 1987)
  • 2 volte vincitore della Coppa Latina
  • 2 volte vincitore del "Champion of Champions" (Londra 1979 e Sidney 1985), gara riservata ai soli campioni nazionali degli stati più forti
  • Bronzo individuale ai Campionati del Mondo di Budapest 1979
  • Vice - Campione del Mondo a Zielona Gora (Polonia) 1981
  • Bronzo a squadre ai Campionati del Mondo di Zielona Gora (Polonia) 1981
  • Campione del Mondo Individuale a Roma 1982
  • Bronzo a squadre ai Campionati del Mondo di Roma 1982
  • Campione Olimpico Individuale alle Olimpiadi di Los Angeles 1984
  • Campione Olimpico a squadre alle Olimpiadi di Los Angeles 1984
  • Bronzo a squadre ai Campionati del Mondo di Melbourne 1985
  • Campione del Mondo a squadre ai Campionati del Mondo di Montecatini 1986
  • Vice - Campione del Mondo a squadre ai Campionati del Mondo di Montecatini 1986
  • Vice - Campione Olimpico a squadre alle Olimpiadi di Seoul 1988
  • Ha vestito per oltre cento volte la maglia azzurra

Dopo il ritiro - palmares da allenatore


  • Ha ricoperto la carica di Commissario Tecnico della Squadra Nazionale Maschile della Federazione Italiana Pentathlon Moderno dal 1989 al 1992 ottenendo i seguenti risultati dai propri atleti:
  • 1989: squadra seconda classificata ai Campionati Europei Assoluti a Umea.
  • 1990: 2 vittorie a squadre nella Coppa del Mondo e 3 vittorie individuali nella Coppa del Mondo.
  • Primo individuale al Campionato del Mondo di Lathi.
  • Secondi a squadre al Campionato del Mondo di Lathi.
  • Terzi nella staffetta del Campionato del Mondo di Lathi.
  • 1991: primo a squadre in Messico (Coppa del Mondo).
  • Primo nella classifica finale della Coppa del Mondo 1991.
  • 1992: primo individuale e a squadre nella gara di qualificazione Olimpica di Melbourne.
  • Primi e terzi nella classifica a squadre nella gara di Coppa del Mondo di Budapest (la famosa Coppa Honved).
  • Medaglia di bronzo a squadre alle Olimpiadi di Barcellona 1992.
  • Medaglia d’argento al Campionato di Mondo di staffetta 1992.

Curiosità


  • Ha fatto parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro. Ha raggiunto il grado di Ispettore Superiore della Polizia di Stato.
  • Cavaliere della Repubblica.
  • Dal 1994 è giornalista pubblicista ed ha ideato e realizzato la rivista Il Pentathlon Moderno della relativa federazione italiana; dallo stesso anno è presidente dell'Associazione Nazionale "I Campioni dello Sport".
  • Collaboratore della divisione marketing dei "Primi Giochi Mondiali Militari" di Roma (settembre 1995). P.R. della Società Ippodromo delle Capannelle negli anni 1996 - ' 97.
  • Membro della Commissione Esaminatrice per le Iniziative Sportive 1998 del Comune di Roma.
  • Ideatore della manifestazione "Stadium - lo Sport incontra la Piazza" del C.S.I.
  • Commentatore per Radio Rai Sport alle Olimpiadi di Barcellona '92, Atlanta '96, Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008, Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016.
  • Laureato in Scienze Motorie nel 2001 con lode, attualmente è professore associato e docente all'Università della Magna Graecia di Catanzaro nella Facoltà di Scienze Motorie (Dip. di Scienze Mediche e Chirurgiche). Ha iniziato la carriera accademica universitaria nel 2001.
  • Dal 2019 è Coordinatore del Corso di Laurea in Scienze Motorie della medesima Università. Titolare di 5 cattedre.
  • Già membro della "Commissione Nazionale per i rapporti internazionali" del Fair Play.
  • Ha pubblicato diversi libri, come ad esempio: "Il Pentathlon Moderno" del 1989; “Il libro degli sport” e “Gli sport individuali” (2007/2009); "Lo sport tra cultura e agonismo" (dic. 2016 - Società Editrice Universo); nel 2018 "Appunti di Pedagogia Speciale - la sindrome di Down e lo sport ..." (Aracne editore); "Il gioco virtuale è realtà" (luglio 2018 - SEU) e “Genesi e regolamenti dello sport” (SEU). In corso di stampa il libro “Vincitori e vinti – storia e psicopedagogia delle Olimpiadi moderne" TABEdizioni, per la collana “Ricerche Educative e Scienze Motorie”.
  • Ha scritto oltre 75 articoli scientifici pubblicati nelle diverse riviste scientifiche come PUB Med, Clinica Terapeutica, Sport Journal of Sport Sciences, Journal of Public Heatl, Journal of Epidemiology and Community Healt, Igiene e Sanità Pubblica, ecc. e oltre 350 citazioni nel mondo.
  • Presidente del "Comitato Controlli Antidoping" della NADOITALIA fino al marzo 2017.
  • Nel 2015 gli viene dedicata la targa inserita nella “Walk of Fame” a Roma, riservata alle prime 100 leggende dello Sport italiano.
  • Collare d’Oro al merito sportivo nel 2015, massima onorificenza del CONI. 
  • Secondo premio al 54° Concorso letterario del CONI con il libro “Genesi e regolamenti dello sport”, sezione Tecnica, nel 2020.
  • Oggi Presidente del CISCoD (Comitato Italiano Sport contro la Droga), Associazione filantropica, Benemerita del CONI, con un'opera di prevenzione alla droga sui giovani, promuovendo la pratica sportiva. 
  • Oggi Presidente del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, il più antico Circolo sportivo di Roma che è fra i fondatori dello Yacth Club d’Italia e delle Federazione Italiana Canottaggio.

Vedere anche