Mixed Martial Arts (MMA) - Origini

Da Wikisport.

IMMAGINI

Le origini delle Mixed Martial Arts (MMA)


Le origini delle Mixed Martial Arts (MMA) risalgono agli anni '20 del XX sec., quando divenne famosa la "disfida dei Gracie" istituita da Carlos Gracie ed Hélio Gracie. Essa era una sorta di lotta senza schemi, in cui il combattimento era libero e molto cruento. Il regolamento era minimale vietando solo i morsi, i graffi e le dita negli occhi. Per ritrovare le antiche origini delle Arti marziali miste, dobbiamo, però, risalire a tempi ben più remoti. Infatti esse sono legate alla tradizione dell'antico Pancrazio Greco, che fu introdotto nei Giochi Olimpici nel 648 a.C. Successivamente, dopo che l'imperatore Teodosio I proibì le festività pagane, le discipline da combattimento antiche come i Giochi circensi e lo stesso Pancrazio, vennero bandite. Fino al XIX sec., non si hanno notizie di competizioni sportive da combattimento con l'impegno di tecniche pugilistiche e di lotta, bisognerà attendere il 1887, quando negli USA., John L. Sullivan salì sul ring contro il suo allenatore William Muldoon, e fu battuto in soli due minuti. Questo fu uno dei primi e più importanti incontri fra pugili e lottatori in epoca contemporanea. Fra i pionieri degli incontri "interstile" e dell'idea di combinare lo studio e la pratica di discipline differenti troviamo l'ingegnere britannico Edward William Barton-Wright. Egli sviluppò l'idea che i migliori elementi delle varie arti marziali potessero essere combinati in un'unica disciplina, che chiamò Bartitsu. Il Bartitsu fu la prima arte marziale conosciuta a combinare stili di combattimento europei ed asiatici. Fra gli anni '60 e '70 del secolo scorso, l'attore Bruce Lee fu il migliore interprete del suo Jeet Kune Do. In pratica, egli riportò e codificò ciò che Barton aveva già anticipato in Inghilterra ed ebbe tanto successo da riportarlo alla luce dei riflettori del cinema americano. Lee in particolare rifiutava il confronto sportivo come fine ultimo. Nel 2004 il presidente dell'UFC, Dana White, avrebbe definito Bruce Lee come il padre delle arti marziali miste.

  • Sport di opposizione, quindi di situazione, individuale e non olimpico con tornei di vario genere solo per gli uomini

Vedere anche


Fonti


  • "Lo Sport, tra cultura e agonismo" di Daniele Masala - Soc. Ed. Universo - 2016